I Confini e i Volti

“Festival dell’Erranza _ I confini e i Volti”.

Dal 9 all’ 11 settembre, nella incantevole cornice del Chiostro di San Domenico Maggiore in Piedimonte Matese ( CE), il tema della IV edizione del Festival dell’Erranza verrà raccontato attraverso le testimonianze di scrittori, narratori, poeti, artisti, fotografi.

70x100

L’immagine simbolo anticipa e compendia ogni narrazione. Il filo spinato rimanda a confini non naturali né umani ma innaturali e soprattutto disumani o, come ci scrive Roberto Perrotti – ideatore e direttore del Festival – “rinvia alla separazione e al contenimento, sottolineando in modo deciso l’idea di confine”.

Erranza e Confini sembrano una antinomia ma “con-fine è il luogo dove entrambi hanno la loro fine per incontrarsi” e ogni erranza giunge ad un punto di confine ossia nel luogo dove ci si ferma per riflettere e per prendere delle decisioni.

Fermarsi o andare oltre.

Come un funambolo “l’uomo ha da sempre vissuto sul limite e ripetutamente si è dibattuto sul suo dualismo”.  Ogni punto di divisione determina – citando Perrotti – “una doppia visione, che ci consente di contemplare la diversità insita in ogni alterità”.

Gli Altri. E i loro volti che ci “sorprendono e ci interrogano sulla nostra stessa identità”.  

 “L’altro” potrebbe anche essere il paesaggio. E osserviamo che vi sono luoghi dal volto stravolto, alterato, deformato in cui abbiamo difficoltà ad riconoscerci.

E riprendendo una poesia di Vivian Lamarque, ospite del Festiva dell’Erranza, ci chiediamo: come è possibile avere gli occhi di tutti i colori se non ci sono i fiori?

allestimento in notturna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...